Modifica al Regolamento di Gioco: "§2c Gioco Sporco"

    • Gioco

    Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare sul sito accetti l´utilizzo dei cookie maggiori dettagli

    Fusione dei server FAQ: link

    Le candidature a MOD e GM sono aperte!
    Per maggiori informazioni: link



    • Favorevole - Mi fa ridere la gente che dice esci dal arena e sei apposto, possibile che su nostale ci sono 2 attività in croce di pvp arena e corona e bisogna privarsene per gente che si crede padrone del gioco solo perché è al 99+50 con 850 buff e la fa da padrone perché su nostale e un gioco a lo sbaraglio dei player più forti che comandano su tutto, da notare che questa gente non e che ti freekilla ed esce ti fa 2-3 kill no! stanno giornate intere in arena 24su24 mattina e notte non ce mai un attimo di tregua, io stesso freekillai qualcuno ma non più di 2-3 volte poi mi rompo e gente che comunque non ha niente da fare nella vita e si sfoga su nostale purtroppo è cosi la verità dei fatti perché a mio parere non è normale, soprattutto insulti e rompono pure fuori dal game anche in real andando a spiare social a creare fastidio non so se vi sembra una cosa normale.. l'unico modo per sfuggire a questa gente e farsi un pg nuovo da capo e stare tranquilli e non entrare in nessuna gilda contro e amen e l'unica ve lo dico tanto, non e un ''freekill'' quello che fa la gente di s1 in 30 ti skillano pure da solo insultandoti a me questo sembra cyberbullismo, solo su nostale non vengono bannate queste cose o controllate ed impedite in qualche modo mi sembra ridicolo ormai giocare infatti anche io adesso mollerò per 1anno e qualcosa per ricominciare con nuovo pg da fresco senza rotture ormai se ne ha piene le scatole! vi giuro, bastava pure un opzione della blacklist blocca giocatore e questo verrebbe bloccato per 30 giorni senza possibilità di essere levato dalla blacklist, cio impedisce di skillare parlare mandare note qualsiasi cosa secondo me sarebbe un ottima idea.
    • In primis ti ringrazio per le risposte accurate ai miei dubbi.

      Per quanto riguarda il portare il nuovo regolamento fuori dall'arena, penso che siano tutti d'accordo. E credo sia anche giusto. Su questo posso darti già il mio voto favorevole.
      Ma per quanto riguarda l'Arena non sarà facile trovare il consenso di tutti.


      Malphas ha scritto:

      E' chiaro comunque che molti di quelli che si dichiarano contrari lo fanno perché pensano soltanto a loro stessi e agli sviluppi che una norma simile possa avere nei loro comportamenti.

      Una parte delle persone che hanno commentato le conosce bene, e non sono persone che rissano, anzi. Però lo stesso hai avuto un giudizio negativo, non per egoismo. Credo sia tutto un po' vago ora e preoccupi il dover essere giudicati principalmente con seggezione e non in modo oggettivo.
      Anche se bisognerebbe tener presente che questa è soltanto una bozza di suggerimento e si potrebbe ampliare il tutto in seguito per non lasciare nulla al dubbio del giocatori.


      Malphas ha scritto:

      Un esempio di comportamento tossico può, appunto, essere quello dello sfottò, o quello di voler rissare con l'unico intento di rovinare l'esperienza di gioco della gilda nemica.
      Questo chiaramente non vuol dire che non ci potranno essere "risse" tra gilde (anche perché è lecito avere simpatie e antipatie, specie in un gioco online), vuol dire soltanto che il rispetto per l'individuo che non conosci ci deve essere sempre.
      Quindi per raggiungere la regola mi basterebbe non insultare l'altro giocatore? Non limiterebbe lo stesso la mia esperienza?
      E poi, come fa una persona esterna a giudicare chi sia nel torto o nel giusto? Non sempre è facile.
      Non parlo degli insulti personali (quelli dovrebbero essere già puniti di loro), ma anche il solo 'ora non scendete dal safe?' non è un'offesa, eppure si sente spesso in arena. È vero, è un comportamento scorretto se fatto con accanimento. Ma dall'altra parte possono esserci anche persone che reagiscono a questa provocazione, chi sarà nel torto o nel giusto a questo punto? Per raggirare la regola mi basterà non reagire alla provocazione? Quindi in arena non potranno convivere simpatie e antipatie?

      Su s1 vediamo cose ben oltre l'immaginario, per questo cerco casi anche un po' all'estremo.


      Malphas ha scritto:

      La differenza la fa l'intenzione di questo tizio: se fa il giro per infastidire, è giusto che venga punito. Se invece lo fa giusto per divertirsi e non vuole fare nulla di male, non c'è nessun problema.

      Come può una persona giudicare l'intenzione o meno di una persona che non parla e gira soltanto? Non riesco a trovare il collegamento. Cioè, la vedo una cosa difficile/impossibile da giudicare se non vi sono parole.

      Mettiamo caso tu mi stia antipatico, per raggirare il regolamento mi basterebbe fare mezzo giro di arena e tornare a killarti più volte senza parlare. Perché un terzo soggetto dovrebbe ritenere il mio atteggiamento lesivo? Non posso solo 'divertirmi'? Sarei soltanto io ad avere la consapevolezza delle mie azioni (in questo caso, odio verso te).


      Malphas ha scritto:

      Ovviamente nel caso in cui tu venissi killato a ripetizione senza nessun motivo, nonostante le tue richieste di smetterla non venissero ascoltati, allora dei dubbi nel merito della questione potrebbero sorgere, e a quel punto una segnalazione non sarebbe tanto sbagliata.
      Su questo sono d'accordo. Però non verrebbe fatto nulla lo stesso all'inizio. In altri momenti della giornata mi basterebbe non pensarti. Ed il giorno dopo riiniziare a killarti a ripetizione, non potresti trovarti nel posto sbagliato?
      Ripeto, sono consapevole che sono casi estremi o tentativi forzati per raggirare il tutto, ma è solo per capire a pieno le dinamiche del suggerimento.
      Commenta qui il mio pg: AlbyM
      [u]Cercherò di ricambiare il commento al più presto! :D [/u]
    • Malphas ha scritto:

      E' l'esempio ad essere sbagliato (non perché tu non ti sappia esprimere o altro, ci mancherebbe!). Questo è il classico tipo di infrazione di un regolamento in cui è presente un aut-aut: o sei nel giusto, o sei nel torto. Se passi col verde sei nel giusto, se passi col rosso sei nel torto.
      Ci sono invece delle infrazioni che sono meno chiare e un po' più complesse da dimostrare. Vedi per esempio la legge sullo stalking: qual è il limite entro cui una persona può commettere azioni che non sono passibili di denuncia? Allo stesso modo esistono anche in questo Regolamento alcune norme che non sono del primo tipo menzionato precedentemente. Se per esempio sfrutti un bug, non è difficile stabilire se tu abbia infranto il Regolamento o meno: l'hai infranto, semplice. Tuttavia esistono anche delle regole (come la §2 Comportamento primo comma: "Siete pregati di essere rispettosi e cortesi con lo Staff e con i giocatori. Ogni comportamento scorretto, volgare, razzista o che, in qualche modo, offenda la coscienza altrui è strettamente vietato e verrà rapidamente sanzionato") che non è immediato: quando viene offesa la coscienza? In che momento una persona può sentirsi in diritto di segnalare per aver ricevuto insulti sufficientemente pesanti? Come al solito sarà lo Staff a stabilire il limite entro cui si rientri nel Gioco Sporco (e di certo non può essere materia del Suggerimento, dal momento che non possiamo sapere né figuriamoci stabilire i criteri con cui viene decisa una sanzione nel merito), per cui niente paura: lo Staff stesso mi ha detto che esistono i presupposti per questa modifica.
      Le due situazioni sono un po' diverse a mio parere. Se Pierino infastidisce una ragazza, magari il numero di volte che "può" farlo prima di essere considerato stalking è indefinito e variabile (che ne so, dopo qualche episodio). Una delle utilità della norma, come hai detto anche tu, è scoraggiare tutti i Pierini dal fare queste cose. Pierino sicuramente sarà in dubbio su quante volte potrà infastidirla, ma che lui sia in dubbio chi se ne frega: la norma non sta limitando in alcun modo la sua libertà. Non è che Pierino può dire "eh ma non so quante volte posso darle fastidio, quindi la regola mi limita nel poterlo fare il numero massimo di volte consentito": infastidire una ragazza è sbagliato!

      Diverso è il caso dell'arena. Poniamo che Pierino voglia killare Caio per divertimento, magari anche ripetutamente (visto che hai sottolineato che il tuo suggerimento non andrebbe a vietare in alcun modo di farlo). Pierino effettivamente è in dubbio: fino a che punto potrà farlo prima di incorrere in una sanzione? In questo caso il suo dubbio è legittimo, perchè a differenza del caso dello stalking (infastidire una ragazza è sbagliato), killare ripetutamente, e in generale killare un pg, è consentito, non c'è nulla di sbagliato!

      Per quanto nel caso precedente la soggettività nel determinare quanti episodi bastino per poter parlare di stalking è irrilevante (perchè la norma non limita la libertà di Pierino), in questo invece la regola limita davvero la sua libertà, perchè Pierino non sa effettivamente fino a che punto può spingersi, a causa della valutazione soggettiva (perchè lui dovrebbe essere libero di killare, ma non avendo una regola ben precisa non può farlo quanto vorrebbe o potrebbe).

      Supponiamo che due GM abbiano diversi criteri di valutazione (e quindi soggettivi): secondo A 50 kill sono gioco sporco, secondo B lo sono 100 (in un certo periodo di tempo). Parliamo di numero di kill perchè non si può parlare di intenzione (per divertimento o per limitare volontariamente l'esperienza di gioco), basterebbe non scrivere nulla in chat. Cosa si può verificare?
      1) Pierino non sa cosa può fare, e per timore fa solamente 10kill, divertendosi molto meno di quanto potrebbe (di fatto è una limitazione dell'esperienza di gioco).
      2) Pierino fa 100 kill, viene valutato da B e viene mutato.
      3) Pierino, che ha capito che nel caso 2) ha esagerato (pur non avendo alcuna intenzione di comportarsi in modo tossico), fa 50 kill, che sono molte meno di quelle che B gli consentirebbe (si diverte meno e vede la sua esperienza di gioco limitata), viene tuttavia mutato da A.

      In sintesi:
      • Norma sullo stalking -----> Sanziona lo stalking, non consente di infastidire qualcuno, non limità la libertà di nessuno (per definizione, la nostra libertà finisce dove inizia quella di qualcun altro, pertanto non siamo assolutamente liberi, per natura, di molestare qualcuno).
      • In arena -----> Il suggerimento conterrebbe, in qualche modo, il divieto di killare una quantità indefinita di personaggi o di farlo in certe modalità, è però consentito killare. E' chiaro che, essendo queste due cose in contrasto, si va a creare quella zona grigia che causa le perplessità che io ed altri utenti abbiamo manifestato (pur essendo d'accordo con te sul fatto di dover mettere fine ai comportamenti scorretti che affliggono l'arena di s1), che di fatto limita l'esperienza di gioco, come illustrato nei punti 1) e 3).
      Però a questo punto noi (io e chi ha portato argomentazioni simili alle mie) abbiamo compreso totalmente quello che proponi tu, e tu hai capito perfettamente le nostre risposte e posizioni. E' che semplicemente non siamo d'accordo su quello che sembra essere l'argomento su cui la discussione si è spostata, cioè l'oggettività/soggettività. Hai riportato diverse volte che sarebbe lo staff di gioco a determinare se un comportamento sia tossico o meno, e penso sia questo che a diversi utenti non piace: se fosse possibile, sarebbe bene avere una regola oggettiva o comunque precisa, che non lascia dubbi su cosa si può e cosa non si può fare. La tua modifica ci dice che ci si può picchiare come meglio si crede in arena, ma non sono permessi i comportamenti tossici o che limitano l'esperienza di gioco altrui. Ma come sono definiti tali comportamenti di preciso? La regola non contiene questo punto, il tutto è soggetto ad interpretazione.
      Da notare che Pierino, potenzialmente, non capirà mai cosa potrà fare e cosa no nemmeno con l'esperienza: i GM non sono di certo due, ognuno avrà la sua idea sul limite superato il quale un comportamento diventa tossico (e a mio parere questo non va bene, un comportamento non può essere considerato tossico o meno a discrezione).

      Ripeto, se si trova un modo per rendere questa modifica più rigorosa sono pienamente favorevole, penso sia opinione comune che si debba porre rimedio a questa situazione folle che si è andata a creare in arena in questi ultimi anni.

      Edit:

      Captain^alt+s ha scritto:

      Concludo dicendo nuovamente che l'idea è buona e ci sarebbe davvero bisogno di una regolamentazione in arena, ma ancor meglio sarebbe che ad esempio le limitazioni venissero introdotte direttamente nelle meccaniche di gioco. Mi spiego meglio: ok segnalare i bug e non sfruttarli a proprio vantaggio, ma non sarebbe meglio se venissero fixati? Così è direttamente il gioco ad impedirti di fare ciò che non è previsto. Se mi viene in mente un esempio eventualmente poi lo scrivo.
      Cosa ne pensi invece di questo punto? Potrebbe essere utile (esempio stupido) fare in modo che i pg blacklistati non possano skillarti in arena? Risulterebbe in questo modo impossibile per chi ce l'ha con te avere comportamenti tossici nei tuoi confronti. Non penso nemmeno possa causare problemi, non è che se uno vuole avere un'esperienza di gioco divertente in arena si mette a blacklistare tutti, ma solamente chi gli dà fastidio. Del resto, non è una grossa limitazione per chi vuole skillarlo, ci sono altri pg in arena che non sono della gilda rivale o simili. Chiaramente questo non varrebbe nell'arena Talenti/Maestri/combattimenti e a Corona.
      In questo modo il tuo suggerimento sarebbe molto efficace per prevenire i comportamenti scorretti all'infuori dell'arena, mentre questa implementazione risolverebbe il problema alla radice :alt+s:

      Il messaggio è stato editato 1 volta, ultima volta da Captain^alt+s ()..

    • albera ha scritto:

      Kaldred ha scritto:

      C'è gente che è contraria a questo thread perchè è propria a freekillare altri per divertimento.
      Ma mettetevi nei panni di chi viene freekillato, secondo voi è normale? Cioè... è fastidiosissimo soprattutto quando entri in arena e ti becchi il tizio che continua a starti dietro per ucciderti senza avere la possibilità di farti scendere dal "safe" e combattere in pace con qualcun altro... Non è un comportamento corretto secondo me. Semplicemente non è adeguato.
      torno a leggere perchè malphas è davvero un campione e mi fa ridere, e nel dubbio vorrei rispondere anche a te riguardo questa cosa, magari in una sola frase : io vengo freekillato fisso e senza un motivo da una persona specifica, per questo, però, nè piango nè vado a scrivere thread riguardo a ciò. Io lo ripeto e ripeterò sempre, in arena ci si picchia e basta, se non si vuole essere picchiati c'è il safe apposta, oppure si esce


      Quello che intendo io è che se ti continuano a picchiare devi per forza stare in safe senza scendere più, ti sembra giusto?
      Non credo. Non c'è da sopportare questa cosa, è solo questione di "gioco pulito".
      Be yourself, man, be proud of who you are.

      Commenta il mio PG e magari potrei ricambiare :alt+v: : *Fusionista*

      See ya!
    • Rieccomi, pronto a rispondere a tutti!

      albera ha scritto:

      torno a leggere perchè malphas è davvero un campione e mi fa ridere
      Sono contento che ti faccia ridere (?).

      albertoilpazzo ha scritto:

      Quindi per raggiungere la regola mi basterebbe non insultare l'altro giocatore? Non limiterebbe lo stesso la mia esperienza?
      E poi, come fa una persona esterna a giudicare chi sia nel torto o nel giusto? Non sempre è facile.
      Non parlo degli insulti personali (quelli dovrebbero essere già puniti di loro), ma anche il solo 'ora non scendete dal safe?' non è un'offesa, eppure si sente spesso in arena. È vero, è un comportamento scorretto se fatto con accanimento. Ma dall'altra parte possono esserci anche persone che reagiscono a questa provocazione, chi sarà nel torto o nel giusto a questo punto? Per raggirare la regola mi basterà non reagire alla provocazione? Quindi in arena non potranno convivere simpatie e antipatie?
      Il principio però è che bisogna intendersi. Lo Staff quotidianamente deve giudicare (da arbitro, e cioè da esterno) chi sta nel torto e chi nel giusto in una diatriba. Non è sempre facile, ma con gli strumenti necessari e con le prove fornite dagli utenti danno comunque un giudizio.
      In più vorrei ricordare che un conto è insultare: quello è un comportamento già punito dal Regolamento di Gioco. Un altro conto è invece comportarsi male col fine di rovinare l'esperienza di gioco di un altro. Anche se non sono presenti insulti è una fattispecie diversa, e attualmente non regolamentata, nonostante ce ne sia davvero bisogno.
      Nel caso in cui più persone infrangano la regola sul Gioco Sporco, non è importante ai fini della decisione dello Staff chi ha cominciato e chi ha finito: se passi dalla parte del torto sbagli anche tu. Poi, appunto, intendiamoci, non è che adesso le cose funzionino in maniera perfetta: lo Staff interviene al momento di una segnalazione. Se questa segnalazione porta prove sufficienti allora possono giudicare i fatti; al contrario, se non porta prove sufficienti non si esprime (o si esprime negativamente). Dunque se hai il ragionevole dubbio che qualcuno abbia infranto il Regolamento (in qualsiasi punto, non soltanto sul punto del Gioco Sporco: vale per tutto!), hai il dovere di segnalare il fatto. Ciò comunque non significa che non potranno convivere simpatie e antipatie: significa solo che nelle armi della contesa non devono essere presenti comportamenti tossici!

      albertoilpazzo ha scritto:

      Come può una persona giudicare l'intenzione o meno di una persona che non parla e gira soltanto? Non riesco a trovare il collegamento. Cioè, la vedo una cosa difficile/impossibile da giudicare se non vi sono parole.

      Mettiamo caso tu mi stia antipatico, per raggirare il regolamento mi basterebbe fare mezzo giro di arena e tornare a killarti più volte senza parlare. Perché un terzo soggetto dovrebbe ritenere il mio atteggiamento lesivo? Non posso solo 'divertirmi'? Sarei soltanto io ad avere la consapevolezza delle mie azioni (in questo caso, odio verso te).
      Be' anche nella vita reale le intenzioni sono molto importanti. Esistono ad esempio l'aggravante per l'omicidio nel caso in cui fosse premeditato. Ebbene, come si fa a stabilire che l'omicidio fosse premeditato? Eppure non per questo la regola non è di buon senso o giusta, nel caso in cui si riuscisse a dimostrare, agli occhi del giudice, la premeditazione allora potrà condannarlo per omicidio con l'aggravante della premeditazione.
      Il principio è che tu in Arena ci entri per divertirti, non per togliere il divertimento agli altri. Se qualcuno si sente offeso dal tuo comportamento tossico, e se sentisse rovinata la sua esperienza di gioco, potrà segnalare il tuo comportamento allo Staff, il quale stabilirà se è stato effettivamente Gioco Sporco o meno. E comunque ripeto che i criteri per stabilire quando incomincia ad esserci un comportamento punibile per "Gioco Sporco" non possiamo deciderli noi, ma deve essere lo Staff a istituirli (anche se, pure qui, il buon senso può già suggerire l'idea per cui, se mi accanisco su un povero giocatore che no ha fatto nulla, magari posso effettivamente passare per qualcuno che vuole soltanto infastidire gli altri).

      Captain^alt+s ha scritto:

      Le due situazioni sono un po' diverse a mio parere. Se Pierino infastidisce una ragazza, magari il numero di volte che "può" farlo prima di essere considerato stalking è indefinito e variabile (che ne so, dopo qualche episodio). Una delle utilità della norma, come hai detto anche tu, è scoraggiare tutti i Pierini dal fare queste cose. Pierino sicuramente sarà in dubbio su quante volte potrà infastidirla, ma che lui sia in dubbio chi se ne frega: la norma non sta limitando in alcun modo la sua libertà. Non è che Pierino può dire "eh ma non so quante volte posso darle fastidio, quindi la regola mi limita nel poterlo fare il numero massimo di volte consentito": infastidire una ragazza è sbagliato!

      Diverso è il caso dell'arena. Poniamo che Pierino voglia killare Caio per divertimento, magari anche ripetutamente (visto che hai sottolineato che il tuo suggerimento non andrebbe a vietare in alcun modo di farlo). Pierino effettivamente è in dubbio: fino a che punto potrà farlo prima di incorrere in una sanzione? In questo caso il suo dubbio è legittimo, perchè a differenza del caso dello stalking (infastidire una ragazza è sbagliato), killare ripetutamente, e in generale killare un pg, è consentito, non c'è nulla di sbagliato!
      Condivido anche io l'idea che le situazioni siano diverse, però il principio è lo stesso: si parla comunque di due fattispecie in astratto, che necessitano di una valutazione nel merito da parte di un "arbitro" estraneo ai fatti.
      E a mio parere c'è qualcosa di sbagliato nell'accanirsi su giocatori che vedono la loro esperienza di gioco rovinata. Poi è chiaro, noi anche per altre norme non sappiamo esattamente i criteri di valutazione che lo Staff utilizza nel decidere se attribuire una punizione op meno ad altri utenti, ti porto un esempio:

      §2b Commerci e Botteghe private, primo comma:

      • È vietato truffare un giocatore. Per truffa si intende qualsiasi atto vada a ledere gli oggetti e/o oro di un utente utilizzando l'inganno per favorire uno o più giocatori.
      Come vedi anche qui ci dovranno essere dei criteri di valutazione per stabilire se, effettivamente, una truffa c'è stata o meno. Io comunque so che truffare è sbagliato, e dunque cerco il più possibile di evitare di comportarmi male nei commerci con gli altri utenti. Però, anche qui, ci si potrebbe chiedere: mettere 15 piume sparpagliate nella bottega a 1 oro, richiudere la bottega e poi riaprirla aumentando i prezzi di una sola piuma a 10kk è considerata truffa? Tizio compra tutti i pezzi di un materiale raro al Nosbazar. Caio chiede in giro se qualcuno possiede questo materiale raro e offre persino 1kk per pezzo. Tizio offre a Sempronio a 500k tutti i materiali. Sempronio decide di prenderli e rivenderli a Caio, il quale però ha cambiato idea e non li vuole più. Questa è pure truffa?
      Se gli esempi sono stati poco esaustivi, te ne cito un altro:
      §2 Comportamento, quinto comma:

      • Ciò che per voi non è un insulto, potrebbe esserlo per gli altri. Ricordate che ogni giocatore può reagire in maniera differente a ciò che si dice o si fa. Solo ed esclusivamente lo Staff determinerà ciò che è offensivo o meno, valutando la situazione caso per caso.
      Esiste questa regola, e nessuno si scandalizza. Tutti sappiamo che insultare è sbagliato, e il non sapere che criteri di valutazione utilizza lo Staff non impensierisce nessuno: tendenzialmente ci limitiamo per evitare di incorrere in sanzioni (anche se nessuno ti vieta di riempire di parolacce e insulti qualcuno!). Quando effettivamente si può parlare di frase offensiva o meno?
      Quello che voglio dire, dunque, è che i comportamenti tossici esistono, e vanno combattuti con norme più o meno severe. Al momento non esiste nessuna norma che combatte questo fenomeno, e il Suggerimento si propone di potenziare il punto sul Gioco Sporco.

      Captain^alt+s ha scritto:

      Supponiamo che due GM abbiano diversi criteri di valutazione (e quindi soggettivi): secondo A 50 kill sono gioco sporco, secondo B lo sono 100 (in un certo periodo di tempo). Parliamo di numero di kill perchè non si può parlare di intenzione (per divertimento o per limitare volontariamente l'esperienza di gioco), basterebbe non scrivere nulla in chat. Cosa si può verificare?
      1) Pierino non sa cosa può fare, e per timore fa solamente 10kill, divertendosi molto meno di quanto potrebbe (di fatto è una limitazione dell'esperienza di gioco).
      2) Pierino fa 100 kill, viene valutato da B e viene mutato.
      3) Pierino, che ha capito che nel caso 2) ha esagerato (pur non avendo alcuna intenzione di comportarsi in modo tossico), fa 50 kill, che sono molte meno di quelle che B gli consentirebbe (si diverte meno e vede la sua esperienza di gioco limitata), viene tuttavia mutato da A.
      I criteri di valutazione dello Staff sono gli stessi per tutti, e la stessa cosa varrebbe anche per questo genere di norma. Poi è chiaro, siamo tutti umani, e come un GM può valutare un insulto un'affermazione colorita nei confronti di un utente (attribuendogli, dunque, una punizione), un altro GM potrebbe valutarla in modo diverso. Ciò comunque, non significa che abbiano un codice di procedura identico da seguire.

      Captain^alt+s ha scritto:

      Però a questo punto noi (io e chi ha portato argomentazioni simili alle mie) abbiamo compreso totalmente quello che proponi tu, e tu hai capito perfettamente le nostre risposte e posizioni. E' che semplicemente non siamo d'accordo su quello che sembra essere l'argomento su cui la discussione si è spostata, cioè l'oggettività/soggettività. Hai riportato diverse volte che sarebbe lo staff di gioco a determinare se un comportamento sia tossico o meno, e penso sia questo che a diversi utenti non piace: se fosse possibile, sarebbe bene avere una regola oggettiva o comunque precisa, che non lascia dubbi su cosa si può e cosa non si può fare. La tua modifica ci dice che ci si può picchiare come meglio si crede in arena, ma non sono permessi i comportamenti tossici o che limitano l'esperienza di gioco altrui. Ma come sono definiti tali comportamenti di preciso? La regola non contiene questo punto, il tutto è soggetto ad interpretazione.
      E' soggetto ad interpretazione per noi, non lo sarebbe per lo Staff di Gioco. Come ho detto sopra sono loro a stabilire - caso per caso - se negli screen che mandiamo per segnalare eventuali comportamenti sono presenti effettivamente prove che dimostrino la violazione di un punto del Regolamento di Gioco. Per noi comunque vige l'interpretazione dominante dettata dal buon senso: se ci comportiamo bene, seguendo le linee guida presenti nel Regolamento, non dovrebbe succederci nulla di male.

      Captain^alt+s ha scritto:

      Da notare che Pierino, potenzialmente, non capirà mai cosa potrà fare e cosa no nemmeno con l'esperienza: i GM non sono di certo due, ognuno avrà la sua idea sul limite superato il quale un comportamento diventa tossico (e a mio parere questo non va bene, un comportamento non può essere considerato tossico o meno a discrezione).

      Ripeto, se si trova un modo per rendere questa modifica più rigorosa sono pienamente favorevole, penso sia opinione comune che si debba porre rimedio a questa situazione folle che si è andata a creare in arena in questi ultimi anni.
      Ho risposto già sopra u.u

      Captain^alt+s ha scritto:

      Cosa ne pensi invece di questo punto? Potrebbe essere utile (esempio stupido) fare in modo che i pg blacklistati non possano skillarti in arena? Risulterebbe in questo modo impossibile per chi ce l'ha con te avere comportamenti tossici nei tuoi confronti. Non penso nemmeno possa causare problemi, non è che se uno vuole avere un'esperienza di gioco divertente in arena si mette a blacklistare tutti, ma solamente chi gli dà fastidio. Del resto, non è una grossa limitazione per chi vuole skillarlo, ci sono altri pg in arena che non sono della gilda rivale o simili. Chiaramente questo non varrebbe nell'arena Talenti/Maestri/combattimenti e a Corona.
      In questo modo il tuo suggerimento sarebbe molto efficace per prevenire i comportamenti scorretti all'infuori dell'arena, mentre questa implementazione risolverebbe il problema alla radice
      Non è in realtà la mia idea, quella di mandare un suggerimento per una implementazione nel gioco. Il mio suggerimento chiede una modifica del Regolamento di Gioco, che non richiede alcuna patch o autorizzazione da parte della GF o della Entwell. In più sappiamo come va a finire con tutti i suggerimenti che richiedono un'implementazione: vengono mandati ma la GF o la Entwell non ne tiene molto conto. Così a rispondere dovrebbe essere lo Staff italiano e basta, correggetemi se sbaglio.

      Saluti a tutti!
      Malphas

      #iostoconMalphas


      LadyBlue


      Se vuoi conoscere la mia storia clicca Qui !


      Ricordatemi per due cose:
      1. Per come sono stato DA SEMPRE il personaggio più sexy del server
      2. Per come vi ho lasciati (e ritrovati)

      Nuovo ANGOLO PG! •Malphas

      Grazie a tutti!
    • Oh ragazzi svegliatevi però eh ma in che gioco state giocando? Va bene dire killo per divertimento ecc ecc ma qui si sta parlando di comportamento tossico. Urlare tutto il giorno ESCI, SAFE, SCARTO etutto ciò che leggi ogni santo giorno in arena quello è un comportamento tossico, io che giro, killo anche 50 volte li stessi pg (girando è normale rincontrarsi) non faccio male a nessuno, non insulto nessuno né il suo pg né la sua persona, no do ordini a sconosciuti (e con quale titolo poi.. Neanche un GM può dare ordini. Questo è ciò che bisogna correggere e modificare ciò che è ammesso e ciò che non lo è perché a parere mio dare ordini a un giocatore intimandoli di uscire o stare in safe o di non arenare mai è già una violazione! Provate nella realtà ad andare in un parco pubblico e ordinare al primo che passa di tagliare l'erba e vediamo che ne pensa lui o che ne pensa la legge.
    • @Malphas credo che con il tuo ultimo post abbia espresso al meglio la tua idea, e mi hai chiarito i diversi dubbi.

      Almeno da quello che posso immaginare, ci sarà una scala di gravità.
      Per esempio:
      1) Tizio infastidisce Caio volutamente, Tizio viene punito con una pena non grave, come giusto che sia.
      2) Tizio non infastidisce volutamente Caio, ma quest'ultimo lo segnala. Non essendoci prove sufficienti e non essendoci nemmeno le basi per giudicarlo un comportamento tossico: non viene punito nessuno.
      3) Tizio, oltre ad infastidire volutamente, inizia ad insultare/intimidire Caio. Verrà punito Tizio con una pena certamente maggiore rispetto al caso 1.
      4) Tizio dopo ripetuti e numerosi avvertimenti/punizioni 'lievi' da parte dello staff (o chi ti competenza) persevera nell'arrecare danni agli altri, viene punito con il ban.

      Questa è solo una mia scaletta immaginaria. Ma se dovesse seguire grossomodo questo filo logico, e credo fosse anche nelle tue idee così, avrebbe un impatto più che positivo.

      Questo per quanto riguarda l'Arena. Invece per l'utilizzo nelle altre mappe è più che ben accetto il suggerimento.

      In definitiva: favorevole.
      Commenta qui il mio pg: AlbyM
      [u]Cercherò di ricambiare il commento al più presto! :D [/u]
    • Crathos ho censurato parzialmente in tuo post in quanto conteneva un termine non consono, seppur parzialmente censurato.

      Vi invito a fornire i vostri pareri sul suggerimento purché i commenti siano costruttivi e attinenti.


      Modero così :alt+f:

      Regolamento del Forum - Supporto

      Vieni a trovarmi nel mio fan club, :alt+;: ho i biscotti! :alt+s:
    • Dato che molto probabilemte nel mio primo post non lo ho accennato lo dico ora: assolutamente favorevole.
      E grazie anche a Malphas per i numerosi e puntuali chiarimenti. Forse il fatto che sono anni che non gioco più mi ha un po' annebbiato la vista su certi comportamenti dei player, perdendo un po' la visione dell'obbiettivo finale del suggerimento, quindi grazie ai commenti delle persone dotate di cervello ( o meglio, che almeno lo usano) mi son tornati alla mente proprio quegli atteggiamenti odiosi di player che non valendo nulla come persone, cercano di rifarsi in un gioco. Dunque, punire questa gente è diventato necessario, non solo per i comportamenti che applicano in arena, ma in qualsiasi situazione (raid, corona, mappe exp etc...) dove un solo giocatore, o un gruppo di essi, può influenzare negativamente l'esperienza di gioco di tutti solo per il gusto di farlo.
    • Mi sono armato di pazienza è ho iniziato a leggere tutte i vostri commenti riguardo questa proposta, cosa ho capito? Ci sono principalmente due correnti di pensiero:

      Primo Pensiero: Sono sfavorevole, motivazione?: Sono un bulletto da arena e mi piace rovinare l'esperienza di gioco alle altre persone.
      Secondo Pensiero: Sono favorevole, motivazione?: Vengo bullizzato in arena perchè il bulletto da arena nella sua vita non ha altro oltre che a quello.

      Ora il mio giudizio se pur inutile è: SFAVOREVOLE, motivazione?: Non voglio essere responsabile della frustrazione che potrebbe scaturire nei fanatici del primo pensiero qualora il loro "divertimento" gli venisse tolto, rimarrebbero con nulla;
      bisogna dare qualche piccola soddisfazione a chi, purtroppo non ne vedrà mai al di fuori di quella che prova in questo momento.
    • Ryuzaki ha scritto:

      Primo Pensiero: Sono sfavorevole, motivazione?: Sono un bulletto da arena e mi piace rovinare l'esperienza di gioco alle altre persone.
      Secondo Pensiero: Sono favorevole, motivazione?: Vengo bullizzato in arena perchè il bulletto da arena nella sua vita non ha altro oltre che a quello.
      Senza offesa, ma non hai capito nulla proprio. Qui non si tratta del bulletto o meno, perché mi sa che non conosci molte delle persone che hanno scritto.

      Non si sta parlando del bulletto o la vittima che commenta. È normale che commentino tutti, 'vittime', 'bulli' e chi non se ne frega delle due posizioni precedenti. Né stavamo aspettando che scendesse il Signore a farcelo notare.

      Anche io ero sfavorevole, ma leggendo con un minimo di attenzione e proponendo/chiedendo delucidazioni capirai che è un suggerimento sensato.


      Ryuzaki ha scritto:


      Ora il mio giudizio se pur inutile è: SFAVOREVOLE, motivazione?: Non voglio essere responsabile della frustrazione che potrebbe scaturire nei fanatici del primo pensiero qualora il loro "divertimento" gli venisse tolto, rimarrebbero con nulla;
      Provando a ribadire il concetto di prima: sei libero di essere favorevole o sfavorevole. Ma in entrambi i casi il tuo sarà solo e soltanto un giudizio, non sei di certo il giudice supremo che sta stabilendo gli equilibri del gioco.

      @Malphas ha soltanto proposto una cosa sensata per migliorare il gioco, che è di tutti noi. Per far sì che venga esaminato da chi di competenza è necessario raccogliere giudizi, positivi e non. Non capisco che motivazione sia la tua, come altre che contenevano insulti.
      Continuo a non comprendere, credimi.

      Mostra spoiler
      Sono consapevole che il mio commento sia lontano dall'argomento trattato, ma non se ne può proprio più.



      Tornando all'argomento principale:
      @Malphas Per quanto riguarda il 'fuori arena', come e dove pensi che possa intervenire il nuovo regolamento proposto?
      Oltre il 'rovinare' le mobbate e l'exp con violenza.
      Commenta qui il mio pg: AlbyM
      [u]Cercherò di ricambiare il commento al più presto! :D [/u]
    • Per come la vedo io una proposta di gioco prima di essere intenta a migliorare il gioco è intenta a favorire un player e a sfavorirne altri, siamo esseri umani, è normale pensare al proprio godimento, se non fosse così non ci sarebbe un equilibrio tra sfavorevole e favorevole, mi dispiace contraddirti ma non mi sono neppure dato del "giudice supremo", ho anche detto che la mia opinione non vale niente.
    • Carissimo e bellissimo Malphas,

      l'esposizione del tuo suggerimento è talmente chiara e cristallina che mi è difficile buttar giù due parole per evitare il monoriga.

      Sono favorevole. Comprendo benissimo quale sia lo scopo dell'arena, intendo il divertimento di coloro che compiono più e più giri dell'arena killando i più deboli, magari più di una volta. Ammetto, afferro il piacere che possa derivare dal costringere qualcuno a non mettere piede in arena (per antipatia, per vendetta o altro): ma questo non vuol dire che lo giustifichi. Se quella persona che tanto detestate vi ha fatto un torto, va segnalata e i GM provvederanno di conseguenza, non siete autorizzati a fare giustizia a modo vostro. Se una persona vi sta antipatica per motivi personali, non avete il diritto di negargli un'area del gioco.
      Ha quindi perfettamente senso apportare una modifica al regolamento, al fine di rendere più piacevole a tutti la frequentazione dell'arena.

      Malphas ha scritto:

      Quante volte vi è capitato di essere in arena (area per il pvp/rissa per eccellenza - aspetta, ma l'area per rissa per eccellenza non è la corona? - ) e di venire riempiti di insulti, minacce e di uccisioni per qualcosa che, probabilmente, neanche avete fatto? Quante volte è successo che qualcuno ha deciso di rovinarvi l'esperienza di gioco per il proprio gusto personale?
      Ho trascorso uno spiacevolissimo periodo di due settimane in cui mi è stato impossibile accedere in arena ch1: il signor X aveva preso di mira un mio amico e, per estensione, anche me. Se spiegassi il motivo forse non ci crederebbe nessuno.

      Malphas ha scritto:

      Io ci credo davvero, anche se purtroppo qualsiasi gioco in cui esiste una Chat, sarà sempre pieno di comportamenti negativi.
      Su Elsword si è arrivati al punto di poter decidere se attivare o meno la chat durante i pvp. Com'è strana la vita, nevvero? Cambiano i giochi ma non i problemi.

      Malphas ha scritto:

      A parte l'esistenza di dubbio gusto dello score
      Condivido il giudizio al riguardo.

      Ryuzaki ha scritto:

      Ora il mio giudizio se pur inutile è: SFAVOREVOLE, motivazione?: Non voglio essere responsabile della frustrazione che potrebbe scaturire nei fanatici del primo pensiero qualora il loro "divertimento" gli venisse tolto, rimarrebbero con nulla;
      bisogna dare qualche piccola soddisfazione a chi, purtroppo non ne vedrà mai al di fuori di quella che prova in questo momento.
      Non comprendo perché, nel tuo pensiero, la frustrazione del "predatore" abbia più importanza di quella della "preda" (mi si conceda la metafora animalesca). "Togliere la possibilità di freekillare ai bulli renderebbe questi ultimi frustrati, non voglio starci dentro", giusto? Quindi pensi sia meglio lasciare che resti tutto com'è ora, che la frustrazione vada a chi non la merita, a pg vittime di un qualche bullo? Neanche io sono un giudice supremo, ma lascia che ti inviti a riflettere ancora una volta sulla questione.

      #iostoconMalphas
    • Io non sto dalla parte di nessuno, ho scritto Sfavorevole l'ho fatto diciamo per "provocazione" io non sono ne bullo ne vittima. E non ho alcun interesse ad applicare o meno questa regola, sto solo esponendo il mio punto di vista senza definirmi dio o chi sa cosa, mi state mettendo in bocca parole e concetti da me mai espressi.
    • @Malphas se mi trovi un metodo efficiente e senza ambiguità per il quale è possibile differenziare il tizio che si sta facendo score da quello che freekilla cambio il mio feedback in favorevole. Inoltre devi trovare anche un modo per evitare che vi siano delle false segnalazioni, al solo scopo di far bannare/mutare qualcuno senza far diventare i tempi di verifica e di attesa del provvedimento lunghissimi e senza gravare sul lavoro dello staff.

      Se pensi che sia fattibile riuscire a trovare un metodo che non insinui dubbi sul freekill e che non faccia ingiustamente bannare persone che non hanno fatto niente bene, se no per me puoi chiedere la chiusura del tread anticipatamente.
    • Ragazzi, innanzitutto vorrei ringraziare tutti per i numerosi commenti e l'importanza che state dando al mio Suggerimento: stiamo riuscendo a parlare civilmente di un argomento che è, a mio parere, di cruciale importanza in una community. Sapere di poterla migliorare mi infonde molta eccitazione, e spero che anche per voi sia lo stesso!
      In game provvederò a raccogliere alcune sottoscrizioni (che poi inserirò nel Thread principale), in modo di dare ancora più risalto al Suggerimento.
      Grazie davvero a tutti, e speriamo che la nostra richiesta possa essere accolta!

      albertoilpazzo ha scritto:

      @Malphas credo che con il tuo ultimo post abbia espresso al meglio la tua idea, e mi hai chiarito i diversi dubbi.
      Sono davvero felice di essere riuscito a spiegarti il mio punto di vista!

      domynator ha scritto:

      Vi invito a fornire i vostri pareri sul suggerimento purché i commenti siano costruttivi e attinenti.
      Terremo a mente la dritta!

      Crathos ha scritto:

      mi son tornati alla mente proprio quegli atteggiamenti odiosi di player che non valendo nulla come persone, cercano di rifarsi in un gioco. Dunque, punire questa gente è diventato necessario, non solo per i comportamenti che applicano in arena, ma in qualsiasi situazione (raid, corona, mappe exp etc...) dove un solo giocatore, o un gruppo di essi, può influenzare negativamente l'esperienza di gioco di tutti solo per il gusto di farlo.
      Questo è proprio il centro del Suggerimento! Purtroppo se io vendessi cento mele perfette a un signore, egli non mi direbbe nulla; se invece ci fossero 99 mele perfette e una marcia, quella risalterebbe, e rovinerebbe l'intero cesto. E questo, secondo me, è ciò che è successo negli anni al cesto rappresentato dalla nostra community.

      Ryuzaki ha scritto:

      Primo Pensiero: Sono sfavorevole, motivazione?: Sono un bulletto da arena e mi piace rovinare l'esperienza di gioco alle altre persone.
      Secondo Pensiero: Sono favorevole, motivazione?: Vengo bullizzato in arena perchè il bulletto da arena nella sua vita non ha altro oltre che a quello.

      Ora il mio giudizio se pur inutile è: SFAVOREVOLE, motivazione?: Non voglio essere responsabile della frustrazione che potrebbe scaturire nei fanatici del primo pensiero qualora il loro "divertimento" gli venisse tolto, rimarrebbero con nulla;
      bisogna dare qualche piccola soddisfazione a chi, purtroppo non ne vedrà mai al di fuori di quella che prova in questo momento.
      In realtà, come ha detto @albertoilpazzo, non trovo calzante questo genere di raggruppamenti. Come hanno commentato negativamente persone non rientranti in nessuna delle due categorie, anche chi ha commentato positivamente l'ha fatto al di sopra della propria "categoria".
      Comunque, seppur raggiungendo una conclusione diversa (che spiegherò tra due righe), anche io condivido il ragionamento per cui chi si sfoga su NosTale delle proprie frustrazioni lo fa per mancanza di soddisfazioni nella vita reale. Cionondimeno, come accennato prima, la mia conclusione invece è punitiva nei confronti di questi comportamenti: se io subisco un torto (anche nella vita vera), non posso a mia volta fare un tolto ad un individuo trovando la giustificazione dei miei comportamenti nella frustrazione ricevuta in precedenza.
      Sono contento che tu abbia portato, comunque, il tuo pensiero a riguardo!

      albertoilpazzo ha scritto:

      Tornando all'argomento principale:
      @Malphas Per quanto riguarda il 'fuori arena', come e dove pensi che possa intervenire il nuovo regolamento proposto?
      Oltre il 'rovinare' le mobbate e l'exp con violenza.
      Penso che funzionerebbe positivamente su due fronti:
      • intanto renderebbe intransigenti tutti i membri dello Staff nei confronti di tutti i comportamenti tossici: una bella ventata di aria fresca per tutti! Se vuoi qualche esempio di comportamenti potenzialmente tossici abbiamo, oltre quelli da te citati, quello di aprire i vasi sigillati con l'intento di arrecare danno agli altri, o quello di utilizzare i totali per infastidire (ricordiamoci, comunque, che esiste pur sempre la regola sullo spam, mi riferisco all'utilizzo dei totali che, seppur non violando la regola che dice di non spammare, reca un danno più o meno grande a uno o più persone, e che influisce negativamente sulla sua o loro esperienza di gioco). Insomma, qualsiasi comportamento tossico che rechi fastidio, verrebbe punito.
      • inoltre fungerebbe da potente deterrente per tutti. Come per le norme dei nostri Codici, sapere di poter incorrere in una punizione ti farebbe stare ben più attento a non commettere l'azione disciplinata dalla regola in questione.

      Ryuzaki ha scritto:

      Per come la vedo io una proposta di gioco prima di essere intenta a migliorare il gioco è intenta a favorire un player e a sfavorirne altri, siamo esseri umani, è normale pensare al proprio godimento, se non fosse così non ci sarebbe un equilibrio tra sfavorevole e favorevole, mi dispiace contraddirti ma non mi sono neppure dato del "giudice supremo", ho anche detto che la mia opinione non vale niente.
      La regola perfetta non esiste, è chiaro che qualsiasi intervento potenzialmente peggiora la vita a qualcuno. Non per fare sempre il maestrino, ma in politica economica questo fenomeno è molto studiato, e la situazione tipo in cui un intervento di politica economica migliorasse le condizioni di almeno una persona e non la peggiora a nessuno (al peggio la lascia uguale) prende il nome di Pareto-efficienza.
      Allo stesso modo, comunque ritengo che se la norma andasse a colpire i player che si comportano male, mi dispiacerebbe per loro, ma sarei contento per il benessere della community: le regole servono a questo.

      JapanLegend ha scritto:

      Carissimo e bellissimo Malphas,

      l'esposizione del tuo suggerimento è talmente chiara e cristallina che mi è difficile buttar giù due parole per evitare il monoriga.

      Sono favorevole. Comprendo benissimo quale sia lo scopo dell'arena, intendo il divertimento di coloro che compiono più e più giri dell'arena killando i più deboli, magari più di una volta. Ammetto, afferro il piacere che possa derivare dal costringere qualcuno a non mettere piede in arena (per antipatia, per vendetta o altro): ma questo non vuol dire che lo giustifichi. Se quella persona che tanto detestate vi ha fatto un torto, va segnalata e i GM provvederanno di conseguenza, non siete autorizzati a fare giustizia a modo vostro. Se una persona vi sta antipatica per motivi personali, non avete il diritto di negargli un'area del gioco.
      Ha quindi perfettamente senso apportare una modifica al regolamento, al fine di rendere più piacevole a tutti la frequentazione dell'arena
      Grande Japan! Sono davvero contento che abbia commentato anche tu, sei un ragazzo fantastico. Mi hai fatto arrossire, giuro (non è l'ipertensione...)!

      FireShot97 ha scritto:

      @Malphas se mi trovi un metodo efficiente e senza ambiguità per il quale è possibile differenziare il tizio che si sta facendo score da quello che freekilla cambio il mio feedback in favorevole. Inoltre devi trovare anche un modo per evitare che vi siano delle false segnalazioni, al solo scopo di far bannare/mutare qualcuno senza far diventare i tempi di verifica e di attesa del provvedimento lunghissimi e senza gravare sul lavoro dello staff.

      Se pensi che sia fattibile riuscire a trovare un metodo che non insinui dubbi sul freekill e che non faccia ingiustamente bannare persone che non hanno fatto niente bene, se no per me puoi chiedere la chiusura del tread anticipatamente.
      In realtà l'avrei già spiegato. Non ricordo in quale commento, ho espresso la mia idea su quali criteri dovrebbero guidare la decisione dei Moderatori di Gioco, e cioè appunto i criteri Oggettivi e Soggettivi. Se hai tempo leggili, con quella formula ritengo perfetta l'applicazione della norma.
      Poi, intendiamoci, è chiaro che stiamo parlando di fattispecie astratte che devono aiutare per valutare delle fattispecie concrete: succede anche per molte altre violazioni, e succederà sempre.
      Comunque, non dovrei essere certo io a fare in modo di evitare che la gente mandi false segnalazioni o altro: è un comportamento meschino e ben punito dallo Staff di Gioco.

      Saluti a tutti e grazie davvero di cuore per i complimenti!
      Malphas

      #iostoconMalphas


      LadyBlue


      Se vuoi conoscere la mia storia clicca Qui !


      Ricordatemi per due cose:
      1. Per come sono stato DA SEMPRE il personaggio più sexy del server
      2. Per come vi ho lasciati (e ritrovati)

      Nuovo ANGOLO PG! •Malphas

      Grazie a tutti!
    • Prendiamo per buono che una valutazione soggettiva, intesa come valutare un comportamento tossico o meno a discrezione (e chiaramente senza sapere se la persona dietro al pc vuole davvero rovinare l'esperienza di gioco di un altro utente), sia una cosa giusta.


      Malphas ha scritto:

      Come per le norme dei nostri Codici, sapere di poter incorrere in una punizione ti farebbe stare ben più attento a non commettere l'azione disciplinata dalla regola in questione.
      E sono d'accordo. In questo modo, se proprio io non avessi il buon senso e un po' di moralità dal non farlo per principio, mi guarderei bene dall'infastidire qualcuno che sta expando/farmando in una mappa, sapendo di poter incorrere in una sanzione. Potrò farlo? Magari uno screen non basta e dovrei infastidirlo più volte per essere sanzionato? Magari sarò mutato solo per 24 ore e non 48? Anche se fossi così dispettoso non mi porrei comunque il problema, la norma raccomanda di non farlo, e per evitare il mute non lo farò.
      Insomma, so esattamente cosa non devo fare e non lo faccio.

      In arena invece? La funzione della regola è la stessa, disincentivare i giocatori a comportarsi in modo tossico. Come non incorrere una sanzione allora? E' semplice, evito di comportarmi così!...Cioè?
      Beh il concetto di comportamento tossico è chiaro a tutti, eviterò quindi di assumere atteggiamenti che io reputo tali. Ma come per gli insulti, ciò che non è tossico per me potrebbe esserlo per qualcun altro.
      Nel caso degli insulti, è semplice astenersi dall'insultare. Non c'è alcun dubbio. Nel caso dell'arena però (visto che un comportamento tossico è killare ripetutamente un pg al fine di rovinargli l'esperienza di gioco), non posso astenermi dal killare (azione che è contenuta nella definizione di comportamento tossico) per avere la sicurezza che la mia visione di tale comportamento non vada a scontrarsi con quella diversa di qualcun altro (ed essere quindi sanzionato).

      Perchè dico killare, se hai affermato più volte che la modifica non andrebbe a vietare in alcun modo di killare liberamente qualcuno? Perchè di fatto, a mio parere, idealmente questo non è vero. L'ho spiegato sopra: vietare i comportamenti tossici equivale a vietare di killare, ripetutamente o meno, altri personaggi al fine di limitare la loro esperienza di gioco. La parte sottolineata, ovviamente non è nemmeno soggettiva: semplicemente il GM del caso ha il 50% di probabilità di indovinare se il giocatore aveva questo scopo o meno (parlo di casi dubbi, è chiaro che se uno ti killa per ore e tutti i giorni ripetutamente aspettando solo che per te si attivi la modalità PvP vuole rovinarti il gioco, a meno che esista qualcuno che si diverta in questo modo).
      Eliminando questa variabile che non è possibile conoscere, il tutto si traduce nel vietare di killare, ripetutamente o meno, altri giocatori. E' tuttavia possibile farlo, anche ripetutamente. Credo davvero di non essere l'unico a vedere in questo una contraddizione.

      E' giusto accanirsi contro altri utenti? No. Va regolamentato il comportamento in arena? Certo che sì, ma non così, almeno a mio parere. Preferisco di gran lunga che sia il gioco stesso a impedirlo. E' vero che non sarà mai tra le priorità, ma l'esempio della blacklist secondo me sarebbe molto più efficace (implementazione peraltro banale).

      Sono dello stesso avviso di FireShot97, spero si possa trovare un modo per rendere la modifica più rigorosa ed eliminare qualsiasi dubbio sul quando un comportamento diventi tossico (e comportarsi quindi di conseguenza per evitare di assumere tale atteggiamento).
    • Captain^alt+s ha scritto:

      (parlo di casi dubbi, è chiaro che se uno ti killa per ore e tutti i giorni ripetutamente aspettando solo che per te si attivi la modalità PvP vuole rovinarti il gioco, a meno che esista qualcuno che si diverta in questo modo).
      Pensavo, e se il provvedimento fosse legato soltanto a questa sfera dell'arena?
      Mettiamo caso ci sia chi skilla ripetutamente girando per l'Arena. Tale comportamento verrebbe giudicato non tossico.

      [Fino ad ora non abbiamo cambiato nulla, rispetto all'attuale regolamento.]

      Giudicheremo invece tossici quei comportamenti che ledono pienamente la mia esperienza di gioco.

      Per esempio:
      Malphas entra in arena. Io inizio a skillarlo senza tregua, fin quando non salirà sul safe o non uscirà. Inoltre marcherò tale situazione con insulti o frecciatine.
      Questo 1 giorno, 2 giorni, 3 giorni, e così via.
      Credo che in questo caso Malphas abbia tre scelte:
      1) Non entrare più in arena.
      2) Cercare una gilda con cui rissare per entrare in arena.
      3) Creare un nuovo pg.

      Tralasciando il fatto che in alcuni casi si viene perseguitati in qualsiasi gilda si vada.

      In questo caso X, tra l'altro molto comune su s1, sfido chiunque a dire che non sia un comportamento tossico.

      Non credo che lo staff debba passare la propria vita a fare da balia a piccoli litigi o piccole risse. Ma in casi del genere, dove viene fatta terra bruciata intorno ad un pg, ahimè il nostro regolamento non prevede provvedimenti.

      Credo che sia l'esempio di applicazione più giusto. Negli altri casi non avrebbe nemmeno senso applicare tale regola, poiché limiterebbe l'esperienza di gioco nell'arena di chi non ha intenzione di ledere.
      Commenta qui il mio pg: AlbyM
      [u]Cercherò di ricambiare il commento al più presto! :D [/u]
    • Bah vedo che si continuano a ripetere le stesse cose e questa è la dimostrazione di quanto sia senza senso questa proposta e di quanto sia parimenti irrealizzabile.
      Non capisco come non riusciate a comprendere che l’arena è tale in quanto libera ed esiste un zona safe apposta per chi non vuole essere killato, per il resto della mappa ci si skilla nella misura che si preferisce, è inconcepibile limitare questo sostenendo che alcuni giocatori sono troppo scarsi per competere e dunque incapaci di difendersi.
      Dovreste chiedere piuttosto l’implementazione di una limitazione concreta nel gioco piuttosto che l’inserimento di una norma farraginosa.
      Oppure migliorate il vostro pg che forse otterreste qualche soddisfazione in più,o magari potreste fare una gilda di permakillati e tentare di difendervi!
    • Tu pensi che tutti quelli che hanno commentato qui sono pg incapaci di difendersi? XD. Non stiamo parlando di limitare il gioco in arena, ma il comportamento tossico in essa, tu puoi skills re e kilkare chi vuoi e quando vuoi (esattamente come faccio io ignorando il lv o la potenza di un pg) la differenza sta dal come lo fai se lo fai tranquillo senza offendere o dare ordini a nessuno è un comportamento civile e rispettoso il contrario proprio no. Ora io non so so da quale server arrivi ma ti assicuro che su S1 vedi gente che da ordini a chiunque ti sembra normale? A me no , come ho già detto visto che dietro al pc c'è una persona propongo una "Challenge" per chi si comporta in questo modo, *andate in un locale pubblico e ordinate al primo tizio che passa di uscire o stare "safe" magari è 3 volte voi o un maestro shaolin ma voglio sapere come va a finire :alt+.: . Ma poi chissà fate così in gioco perché in real non siete nulla o magari avete subito lo stesso bullismo . Ed è sempre di bullismo che stiamo parlando cyberbullismo he in parecchi giochi è punito severamente.